Andamento del mercato automotive 2020

Analizzando la situazione del mercato automotive, possiamo dire che le misure restrittive adottate da molti Paesi europei per contenere la diffusione del Covid-19, hanno avuto un effetto pesantissimo sul mercato automotive di marzo -51,8% e ancor di più su quello di aprile, -78%. I primi mesi dell’anno 2020 sono stati caratterizzati non solo dalla grande perdita del mercato ma anche da effetti pesantissimi su industria e terziario.

Dopo il mese di Marzo, primo mese in cui sono state attivate le misure restrittive, si registra una flessione del 51,8% e nel successivo la diminuzione del 78% delle nuove immatricolazioni. I cinque major markets europei influenzano il 53% del mercato auto complessivo e registrano un calo dell’84% delle nuove immatricolazioni rispetto al 2019. L’Italia è il paese il cui mercato auto ha subito maggiormente la crisi pandemica, realizzando nel mese il -97,6% e nel cumulato il -50,7%.

Tabella_immatricolazioni_nuove_vetture

Questa non è la prima crisi che il mercato auto europeo affronta, nelle precedenti ha sempre seguito l’andamento del Pil, generalmente con contrazioni più intense e tempi di recupero più lunghi. L’impatto di questa pandemia invece, sarà più profondo delle crisi passate per via del calo della domanda di acquisto dell’auto ma anche a causa della riduzione e della sospensione della produzione delle vetture e dei loro componenti.

Il recupero del mercato è previsto intorno al 2021 ed è ipotizzato del 6,3% nell’area dell’Euro e del 6,1% per l’UE27. Ovviamente la velocità del recupero dell’economia dipenderà da diversi fattori legati all’evoluzione dell’epidemia e alla capacità di reazione dei major markets, attraverso investimenti, strategie, sicuramente sfruttando maggiormente l’offerta dei beni e i servizi online per garantire una maggiore sicurezza.

Tabella_trend_immatricolazioni_nuove_vetture

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial
it_ITItalian
it_ITItalian